Il nostro blog

Qui troverete notizie di settore per rimanere sempre aggiornati!

B come Biolago, cos'è, come si costruisce e tutto ciò che c'è da sapere!

B come Biolago, cos'è, come si costruisce e tutto ciò che c'è da sapere!

Un biolago o biopiscina è un bacino ornamentale e balneabile d'acqua dolce, integrato con l'ecosistema circostante.

Negli anni '70 si inizia a delineare soprattutto nel Nord Europa la ricerca di un rapporto più equilibrato tra Uomo e Natura, in questo senso nasce un'attenzione critica nei confronti delle piscine tradizionali verso i vari aspetti negativi di esse, come le allergie al cloro, la manutenzione complicata, i grandi consumi energetici e chimici e l'innaturalità estetica e paesaggistica.

Prorio in Germania nel 1952 presso il Max Planck Institut fu sperimentata la fitodepurazione, quest'ultima avviò nuove possibilità costruttive per innovativi progetti di biopiscine.

In Austria nel 1954 Gottfried Kern vivaista pioniere nella coltivazione delle piante acquatiche costruì il primo biolago in cui era possibile, oltre che coltivare le piante, fare il bagno in un'area separata dalla zona di fitodepurazione. 

Dopo qualche anno l'imprenditore tedesco Paul Schwedtke convertì la sua piscina tradizionale in una biopiscina: la sua esperienza, resa famosa attraverso una pubblicazione, diede il via alla commercializzazione delle biopiscine, pensate che esse sono ancora perfettamente funzionanti e l'acqua del riempimento iniziale non è stata mai cambiata, solo rabboccata.

In Italia le prime realizzazioni risalgono a metà degli anni '90 aventi ditte di costruzione prevalentemente straniere, lasciando spazio in seguito anche ad aziende dell'Alto Adige.

Di fondamentale importanza é capire che questo tipo di piscina è vivente ed abitata da esseri viventi ed é proprio il fruitore stesso a dover comprendere e interagire correttamente con la propria piscina.

Detto ciò cercheremo di spiegarvi la nostra esperienza, vi illustreremo i passaggi costruttivi con foto e descrizioni:

1) Si parte dal progetto: va studiato il posizionamento, i venti, l'irraggiamento solare, l'orientamento della biopisicina, la forma, il dimensionamento delle zone e le specie vegetali adatte. La zona di fitodepurazione è stata posizionata a monte della direzione dei venti prevalenti, così da favorire lo spostamento delle acque depurate verso la zona di balneazione. Per un biolago del genere è sufficiente 1/3 di zona fitodepurante e 2/3 di vasca balneabile.

2) Proseguiamo con la delimitazione dello scavo e lo scavo stesso. In questo caso sono circa 14 mq per una profondità di 85 cm avente la forma di un fagiolo.

IMG 20200429 152131

IMG 20200501 193118

IMG 20200502 190023

Subito dopo si scavano le tracce per le installazioni tecniche, come lo scolo, il troppo pieno, che vedete nelle foto seguenti.

3

Nel nostro caso si è dovuto procedere alla costruzione di un muretto di contenimento non avendo una superficie in piano.

IMG 20200506 191800

IMG 20200514 100420

In foto ( sopra) è visibile la separazione tra la zona di fitodepurazione (la più piccola) e la vasca di balneazione.

 3) Completato l'impianto di scolo, il troppo pieno e il muretto di contenimento, si passa alla sistemazione del sottofondo per il telo in EPDM da 1,5 mm: si posa uno spessore di 5 cm di sabbia e sopra il TNT 500 g/mq.

IMG 20200516 155625

IMG 20200516 191831

4) Il passaggio successivo è la posa del EPDM

IMG 20200517 105806

5) Nella zona di fitodepurazione andrà posizionato nuovamente il TNT, come in foto.

IMG 20200517 122228

6) Detto ciò é tempo di preparare il sottofondo per le piante acquatiche. Sono stati creati tre livelli, il più profondo dal pelo dell'acqua è a 50 cm, il secondo é a 30 cm e l'ultimo è a 5 cm, questo per la presenza di piante sommerse, piante che vivono in poca acqua e quelle che vivono a pelo dell'acqua. Ognuna di esse ha una funzione fondamentale per la fitodepurazione che spiegheremo più avanti.

IMG 20200520 160102

I livelli sono stati riempiti con ghiaia e sabbia.

IMG 20200520 164816

7) In foto la costruzione di una pedana in legno comoda per far passare il resto dell'impianto tecnico; nel nostro caso i tubi per la pompa di ricircolo, il filtro, i tubi per l'aerazione e i corrugati dell'illuminazione.

IMG 20200523 171102

IMG 20200523 194434

In foto ( sopra) i due corrugati, uno per la corrente e uno per le luci, i tubi che collegano la pompa al filtro e rimandano l'acqua nella vasca.

IMG 20200524 130017

IMG 20200524 130012

In foto il rivestimento della vasca. 

8) E' giunto il momento di posare le tavole in legno per la realizzazione del pavimento della pedana

IMG 20200527 120906

IMG 20200530 122324

In foto la botola di accesso al filtro e gli interruttori per l'illuminazione.

IMG 20200530 150605

IMG 20200531 113204

In foto é stata testata la tenuta del telo EPDM e delle flange di scarico.

IMG 20200529 164705

In foto l'installazione dell'impianto tecnico con collegamento alla rete elettrica.

9) In precedenza era stato fatto un ordine di piante acquatiche, è arrivato ora il momento di piantarle!

4

IMG 20200605 13163310) Riempimento della vasca.
IMG 20200611 103250Le foto che seguono sono state fatte due/tre settimane dopo l'inserimento delle piante e l'avvio dell'impianto.IMG 20200625 110001

IMG 20200625 110022

IMG 20200625 110203

Detto ciò vi lasciamo con l'elenco delle piante selezionate divise per funzioni:

Piante palustri (adatte alla fitodepurazione)

- Pontoderia cordata

- Pontoderia cordata 'Alba'

- Iris pseudacarus

- Spargium erectum

- Saururus cernuus 'Ruminoides'

- Schoenoplectiella mucronata

- Acorus calamus 'Variegatus'

- Elocharis obtusa

Houttuynia cordata

- Myosotis palustris 'Mermaid'

Iris louisiana 'Black Gamecock'

Iris louisiana 'Arrows'

Iris louisiana 'Red'

Iris louisiana 'Nutcote'

Iris louisiana 'Sunshine Bridge'

Ninfee (adatte all'ombreggiamento)

Nymphaea hermine

Nymphaea rosennymphe

Piante ossigenanti sommerse

Elodea canadensis

Myriophyllum spicatum

E ora vi lasciamo con una galleria fotografica di grande ispirazione del Biolago made by Studio Urka nel pieno del suo splendore! Vi piace? 1234

Bibliografia: 

- Lajo M. e Luther P., Biopiscine - Progettazione ed esecuzione, Sistemi editoriali, 2009

- Vegini M. e Vegini C., La piscina naturale, Sistemi editoriali, 2011

Credits: https://www.naturbad-gargazon.it/