Il nostro blog

Qui troverete notizie di settore per rimanere sempre aggiornati!

Il lavoro dell'Architetto Paesaggista

Il lavoro dell'Architetto Paesaggista

L'Architetto paesaggista e differenze con il classico Architetto

L'Architetto paesaggista è il professionista, uscito da un corso di Laurea quinquennale in Architettura del Paesaggio ed abilitato con esame ministeriale, che si occupa della Progettazione del paesaggio in ambito urbano e rurale. Le sue competenze sono:

- la Pianificazione del territorio e l'ecologia

- la Pianificazione urbanistica e la storia urbanistica

- il Disegno a mano libera e l'uso di programmi di disegno

- la Botanica generale e sistematica

- la Matematica e la geometria

- la Storia dei giardini e del Paesaggio, della città e del territorio

- la conoscenza degli impianti tecnici

- le tecniche di costruzione delle aree verdi

- la Progettazione del territorio e del paesaggio

- la Valutazione ambientale

- tecniche e procedure di valutazione dell'impatto ambientale

- la Dendrometria e dendrologia forestale

- la Valutazione economica dei progetti e la contabilità dei lavori

- le leggi riguardanti l'ambiente, il Diritto ambientale

- la Geologia e la geologia ambientale applicata alla difesa del territorio

- il Restauro dei giardini storici, il loro ripristino e la manutenzione

- la Geografia e la geomorfologia del territorio 

e qualcos'altro che ora stiamo dimenticando!

L'Architetto paesaggista è quindi una figura professionale che ha uno sguardo d'insieme sulle varie figure professionali che si occupano della trasformazione del territorio, una specie di regista che progetta spazi utili, funzionali e magnifici nella loro bellezza.

L'Architetto del paesaggio secondo l'IFLA - International Federation of Landscape Architects

L’Architetto del Paesaggio conduce ricerche e fornisce consulenze per la pianificazione, la progettazione, l’amministrazione, la conservazione e lo sviluppo sostenibile degli spazi aperti e dell’ambiente, sia all’interno che all’esterno degli ambiti edificati. Per esercitare la professione di Architetto del Paesaggio è richiesta la laurea in Architettura del Paesaggio.

L'Architettura del Paesaggio è una forma d'arte, una tra le più nobili che esistano, un mix tra scienza, visione e pensiero, nasce dalla conoscenza e comprensione di un ambiente e di ciò che rende unico ogni luogo. Vuole creare bellezza, delizia per la vista, l'olfatto, l'udito e il tatto, creare valore in termini sociali, economici e ambientali.

L'Architettura del Paesaggio, quindi, include anche il disegno e la progettazione di spazi esterni pubblici e privati e come abbiamo accennato in altri post, deve creare continuità ed equilibrio ideale tra gli spazi interni ed esterni.

L'Architetto paesaggista crede nell'ecologia, nel km 0, nella cultura, nella storia e nelle tradizioni, nelle auto elettriche e nell'energia pulita e punta in ogni secondo della propria vita a migliorare il benessere e la vita degli esseri viventi. Crede nell'aggregazione sociale, nel rispetto delle identità culturali e delle caratteristiche locali, nel fascino dei luoghi, nella bellezza data dalla peculiarità e si addestra tutta la vita a perfezionare i dettagli e gli ambienti esterni e a rendere magico e bello ogni luogo, perché un luogo bello ha più possibilità di rimanere tale nel tempo e generare felicità nella comunità che lo vive.

Il lavoro dell'architetto paesaggista si sviluppa su più livelli: uno di questi è la progettazione in ambito privato, in questo caso il suo lavoro è di fornire spunti di ispirazione dopo aver analizzato lo spazio esterno, le caratteristiche del luogo, il clima e il microclima e le esigenze del cliente. Fatta questa prima analisi, si concetra sullo sviluppo di un tema e mette sul foglio le idee, le forme e le linee, rendendo unico e personale quello spazio, il passo successivo è di inserire gli elementi di arredo, l'illuminazione, le coperture, tutto quanto secondo uno stile preciso, e prevedere la progettazione degli impianti tecnici, inserire le specie vegetali e delineare un computo metrico, cioè la spesa dei materiali e degli arredi.

In ambito pubblico si può occupare di progettazione di grandi spazi verdi, come parchi e giardini gestendone anche i vari tipi di analisi ambientali.

Immaginate l'Architetto paesaggista come una figura professionale a metà tra un classico Architetto e un botanico; quindi il primo ha il compito di progettare spazi belli e funzionali, mentre il secondo materializza l'idea del primo, scegliendo le giuste piante e garantendo le condizioni ottimali per la loro crescita. Ecco perché non è una buona scelta affidarsi ad un classico Architetto per farsi progettare gli esterni, perchè il classico Architetto non ha in se questa seconda figura professionale. Facciamo una precisazione; non stiamo discriminando una figura professionale che amiamo, siamo figli di classici Architetti, ma stiamo dicendo che ognuno deve occuparsi del proprio lavoro affinchè venga un risultato bello e professionale!

photo 1563786785410 cf30b7daf98a

photo 1555669168 d63ab18adb50

photo 1559329007 d27f0ddbb3ef

photo 1564740908530 87efab6b4aae

photo 1573407018071 ce0fb323206a

photo 1585579378745 3243de56c131

photo 1588923034850 edbec4c0575a

photo 1589502482247 55fad359351d

Credits: https://unsplash.com/